A seguito della mancata nomina a Capitale Italiana dei giovani 2023, l’associazione Generazione Lucana ETS, il 24 Marzo presso il Centro Tilt, ha voluto celebrare la città di Pisticci (MT) quale comunità coraggiosa di volersi reinventare investendo sulle politiche giovanili, illustrare alcune delle sue proposte e le ricerche svolte sul territorio in questi anni.

Il Comune di Pisticci ha inserito nel dossier di candidatura (la quale ha ricevuto menzione speciale per l’innovazione e l’eccellenza) due proposte elaborate dall’associazione quali ‘’La rete dei cervelli’’ e la ‘’Zona Economica Giovanile’’, ed è intenzionata a proseguire il percorso indipendentemente dal secondo posto.
‘’Ringrazio personalmente il CineParco Tilt per averci ospitato, i ragazzi e le ragazze dello Spazio Giovani Tilt per la loro grinta, Confindustria Basilicata per la presenza e gli amministratori del Comune di Pisticci, Il sindaco Albano e i consiglieri Losenno e Calandriello, per aver partecipato e aver dato la loro disponibilità a collaborare con Generazione Lucana per il proseguito delle attività descritte nel dossier di candidatura a Capitale Italiana dei giovani. Ringrazio anche Confindustria giovani per aver partecipato a tutto l’incontro.’’ – dichiara il Presidente Lacanna.
‘’Sono davvero dispiaciuto, e parlo a nome di tutto il team, per la mancata presenza degli esponenti della politica regionale ed altri amministratori e decisori politici invitati.
Una mancanza che si traduce nell’invalidazione sistemica della voce dei giovani, nella svalorizzazione dei talenti presenti, nella conferma delle istituzioni assenti nella vita dei giovani.
La condizione dei giovani lucani e del Mezzogiorno è un’emergenza e le politiche giovanili, di cui ci facciamo promotori dal 2018 con competenza e professionalità riconosciuta a livello europeo, rappresentano una valida soluzione.
Non vogliamo compassione, ma lungimiranza nei confronti dei giovani che vivono la Basilicata e sono il presente, e delle prossime generazioni che sono il futuro.’’
‘’Auspico – conclude il Presidente di Generazione Lucana -che gli amministratori, decisori politici e le istituzioni possano dedicare alla condizione giovanile, ai giovani e a chi ci lavora, l’attenzione che meritano.

Come team, auspichiamo che il Comune di Potenza possa vedere nelle politiche giovanili e nei giovani lucani e lucane una risorsa, per la costruzione di un percorso virtuoso che vada al di là della candidatura o dell’eventuale nomina’’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui