“Ancora una volta dobbiamo andare in soccorso all’inerzia politica e
amministrativa di questa maggioranza di centro destra. Abbiamo riunito, con
le disponibilità di tutte le minoranze, infatti, in extremis le commissioni
seconda e quarta (presidente la collega Dina Sileo) per approvare il piano
2022 e non perdere oltre 1 milione di euro previsti in bilancio. Risorse
utili a saldare le spettanze e gli impegni con le produzioni
cinematografiche, Rai compresa, che hanno scelto Matera e la Basilicata
come location ideale e adeguata per girare tanti film, fiction in diversi
dei nostri territori. Risorse per le società che avevano crediti non
saldati dalla Lucana Film Commission per troppi mesi rimasta politicamente
e colpevolmente senza una guida. I due componenti del CDA Francesco
Porcari e Rocco Calandriello lasciati soli a disbrigare le faccende
burocratiche e amministrative.”

Lo dichiara il consigliere regionale Luca Braia, capogruppo IV-RE e
presidente della II commissione consiliare “Programmazione e bilancio”.

“Il Direttore Generale Busciolano – prosegue il Presidente della II
commissione Braia – ha provato a giustificare, in commissione, inutilmente
questo ritardo diventato patologico, accumulato negli ultimi mesi: la
contrapposizione politica dentro la maggioranza ha compromesso
l’operatività di LFC che, come la Fondazione Matera-Basilicata 2019 ha
potuto svolgere solo l’ordinario negli ultimi 3 anni.

Convocheremo immediatamente, con il nuovo anno, il neo Presidente Mellone,
nominato il 3 novembre scorso, per comprendere in tempo utile quale sia
l’indirizzo e la direzione dell’azione della Lucana Film Commission nel
2023. A cui dobbiamo, nel recente passato, che Matera e la Basilicata,
grazie alle produzioni nazionali e internazionali siano diventate “Terra
di Cinema” riconosciuta ai riflettori mondiali, con risvolti
straordinariamente positivi, economici, occupazionali generati dalla
promozione diretta e indiretta del territorio.

Ci aspettiamo innovazione, creatività, intraprendenza, azione, formazione,
coinvolgimento delle eccellenze territoriali, come delle maestranze,
partnership funzionali al raggiungimento degli obiettivi. Che possa
diventare realtà l’annunciato e mai realizzato Centro Sperimentale del
Cinema in Basilicata dopo la firma della convenzione con Regione e Comune
di Matera, rimasta in qualche cassetto.

Doveroso, infine, ricordare come il lavoro importante, in questo percorso,
del primo Direttore di LFC Paride Leporace, da cui tutto é nato nella
passata legislatura con la Giunta del Presidente Pittella (e le sinergie
con APT, Agricoltura, Matera 2019 ecc.) e l’esperienza di Roberto Stabile
poco fortunata perché “boicottata” dalla stessa maggioranza di centrodestra
che lo aveva nominato.

Attendiamo – conclude Luca Braia – adesso che con Angelo Mellone, dopo 4
anni, si avvii il nuovo corso della Lucana Film Commission, al pari di
quello della Fondazione Matera-Basilicata 2019 con il direttore Giovanni
Padula che siamo riusciti a mantenere ancorata come doveroso, alla città e
alla Provincia di Matera. È grazie a Matera Capitale Europea della Cultura,
infatti, e ai processi generati, che tantissime traiettorie di sviluppo
turistico e culturale, in Basilicata, hanno avuto genesi. Dopo anni di
ritardo e ordinaria amministrazione, monitoreremo costantemente, come
sempre fatto, la ripartenza di Lucania Film Commission e Fondazione Matera-
Basilicata 2019, consapevoli che il tempo perso è addebitabile alla unica e
totale responsabilità di questo attuale governo regionale”

Lascia un commento: