Si è svolta ieri pomeriggio presso la Sala A del Consiglio regionale a Potenza il primo direttivo cittadino di Italia Viva del capoluogo per completare la nuova segreteria cittadina.

Un confronto aperto e dinamico che ha messo al centro diversi temi e visioni di un partito che si candida ad essere sempre più protagonista e ago della bilancia nello scenario politico regionale e nazionale. Dopo l’apertura e i saluti della coordinatrice potentina Jessica Boccia, che ha annunciato “la ripartenza di una nuova fase e ciclo politico”, l’assemblea ha eletto come altro coordinatore cittadino Bruno Saponara e Domenico Iacobuzio presidente
dell’Assemblea. Presente anche il vicepresidente del Consiglio regionale di Italia Viva – Renew, Mario Polese che ha detto: “Oggi apriamo un nuovo processo politico per la città di Potenza per la costruzione di un’alternativa politica che si pone degli obiettivi che saranno a tappe, a partire dalle Europee del 2024, passando per regionali e comunali proprio
qui nel capoluogo”. Polese ha poi dichiarato la “necessità di agire in autonomia sulla città di Potenza, in modo da creare un vero e proprio cambio di passo nello scenario politico esistente”, rimarcando come sia indispensabile “un’assemblea cittadina aperta che possa stilare e comporre un nuovo programma che sia il più inclusivo possibile e che non lasci
nessun tema al caso, a partire dal sociale, sanità, decoro urbano e sicurezza”.

Ampio spazio poi al dibattito, con interventi della coordinatrice provinciale Alessia Calabrese che, nell’annunciare l’avvio del nuovo tesseramento a gennaio, ha esaltato l’operato di Italia Viva delle ultime settimane, affermando come ora “sia di fondamentale importanza intercettare e dialogare con le nuove realtà civiche emergenti e guardare anche agli
scontenti e sfiduciati di altre realtà politiche”. Sulla stessa linea il presidente dell’Assemblea cittadina Iacobuzio, che ha messo l’accento sul bisogno fondamentale di stare insieme e operare, dialogare e intervenire sulla mancanza di spazi sociali e d’incontro per gli anziani di Potenza e sulla scarsità di attenzione al mondo dei disabili, per dar vita a quel
progetto inclusivo tanto ambito.

A prendere poi la parola anche il consigliere provinciale e sindaco di Missanello Filippo Sinisgalli, che nel mettere a disposizione il proprio impegno politico, ha parlato di come ora la Provincia sia in una fase importante di ripartenza. Diversi e di alto spessore gli altri interventi, che hanno variato dalla riqualificazione dell’università, fino agli aspetti sanitari, con il ruolo dell’ospedale San Carlo, passando per un nuovo piano per le infrastrutture. Nelle prossime settimane, inoltre, si aprirà una ‘stazione delle idee’ con inaugurazione della sede cittadina, tesseramento 2023, e un programma di iniziative che riguarderanno la città di Potenza. In conclusione, parola al neo segretario Bruno Saponara il quale, nell’accettare l’incarico con “impegno e gratitudine”, ha rimarcato la necessità “di uno spazio politico inclusivo e aperto, con una sede che non sia uno spazio solo per iscritti e militanti, ma un luogo in cui ogni cittadino debba sentirsi libero di esprimere le proprie idee e proposte”. “Il nostro spirito è questo – ha concluso Saponara – essere aperti, dialoganti e con in mente solo il bene della nostra città”.

Lascia un commento: