La rivista Forbes attenziona per il 2023 l’enologo lucano, originario di Barile, per la sua capacità di racchiudere in una bottiglia le identità dei diversi territori

È Fabio mecca, enologo originario di Barile, il personaggio attenzionato da Forbes, la rivista più famosa al mondo su classifiche, cultura, economica e storie imprenditoriali. Il magazine nell’articolo dedicato alle migliori proposte enologiche per il 2023 lo definisce “enologo da attenzionare”. “Un talento cristallino – si legge – che sa esaltare le caratteristiche dei vini che realizza con grande precisione e nel rispetto del territorio. Una mano inconfondibile che cattura l’eleganza, l’espressività e l’intensità di ogni tipologia di vino”. In una bottiglia si assapora l’identità di un territorio. Questo è lo stile di Fabio Mecca, cresciuto in una famiglia di vignaioli, la mamma era una Paternoster. E’ consulente, oltre per la cantina di famiglia, di tante aziende vitivinicole sparse in lungo e in largo per lo stivale e la sua passione per il vino unita a una marcata determinazione caratteriale lo hanno portato a conquistare successi personali come enologo dell’anno e successi aziendali per l’apprezzamento ottenuto dalle diverse etichette che segue.  Nel podcast ci racconta di questo riconoscimento, della sua passione, diventata lavoro, per il mondo del vino e della Basilicata enologica.

Per saperne di più ascolta il podcast:

https://open.spotify.com/episode/6BJubscOG0o81EyAw2h2O5

Lascia un commento: