“Il centro storico di Potenza è un patrimonio della nostra intera regione e dei nostri cittadini. E’ molto triste vederlo deserto e non valorizzato come meriterebbe”. Lo dichiara il neo segretario cittadino di Italia Viva – Renew Europe, Bruno Saponara che spiega: “Credo
che siamo arrivati a un punto in cui bisogna riflettere tutti sui motivi di quello che assistiamo. Al netto delle strumentali polemiche che non ci interessano, perché utili magari a una facile vetrina, ma non a risolvere i problemi, aver visto una piazza Prefettura completamente deserta la notte del 31 dicembre scorso, con le luci natalizie che si sono spente alla mezzanotte per il risparmio energetico, ha prodotto in chi vive e ama il
cuore della nostra città una profonda tristezza. Un sentimento di impotenza che ci ha convinti che bisogna fare qualcosa di concreto. Eppure solo poco tempo fa la stessa piazza pullulava di persone accorse da tutti gli angoli della nostra Regione per assistere al Capodanno Rai. Era il 31 dicembre 2019, ultimo anno prima degli impedimenti legati alla pandemia. Quest’anno si ripartiva finalmente senza restrizione, ma in meno di 3 anni si è disperso quello che era un vero e proprio patrimonio di esperienza e di entusiasmo nel silenzio e nella superficialità”. E ancora sottolinea il neo segretario cittadino di Iv: “E’ evidente che le problematiche che vive l’amministrazione comunale, con una crisi politica che si trascina da tempo, abbiano inciso e non poco sulla programmazione del capodanno in centro città. Ma questo non deve diventare un alibi. Piuttosto serva da sprono per rilanciare a un’idea su quello che si vuol fare della città capoluogo e della sua parte storica. Da residente e da imprenditore di una attività del centro, prima che da dirigente di partito, ho visto una disaffezione e un abbandono che continua negli anni e che non mostra alcun segnale di ripresa anzi il declino commerciale e di popolamento del centro si aggrava di giorno in giorno. In ogni caso resta che non aver organizzato nessun evento il 31 dicembre è imperdonabile al netto delle questioni di bilancio e di fondi. E’ mancata la volontà”. “Paghiamo politiche – prosegue Saponara – che nei decenni hanno ‘svuotato’ il centro ma, mai si era assistito a quello che abbiamo visto a Potenza la notte di Capodanno mentre in altre città invece accadeva il contrario con le luci, i suoni e l’allegria che riempiva le piazze storiche”. “La rivitalizzazione del centro storico è un impegno improrogabile e non può essere ridotto solo a spot durante le campagne elettorali. Per questo noi di Italia Viva abbiamo deciso di aprire la nostra sede, che verrà inaugurata il 28 gennaio prossimo, nei pressi del Due Torri. Un modo per andare in controtendenza e vivere davvero il cuore della nostra città. La sede diventerà una sorta di laboratorio per l’elaborazione di idee e di proposte concrete per il rilancio della parte storica di Potenza” conclude il segretario cittadino Saponara.

Lascia un commento: