Si è tenuta , nella sala consiliare del comune di Garaguso nei giorni scorsi, la diretta video dell’amministrazione comunale sulle attività svolte nel 2022 e i progetti futuri. L’utilizzo della nuove tecnologie per informare non soli i cittadini residenti , ma anche i tanti garagusani nel mondo .A presenziare e relazionare oltre al sindaco Franceso Auletta, il vice sindaco Girolamo Costanzo, l’assessore alla cultura Rosa Marchisella, il presidente del consiglio Pietro Salerno e il consigliere Gianfranco Minchillo. “ Ci lasciamo alle spalle anni difficili” ha esordito il sindaco Francesco Auletta “ per la pesante eredità debitoria, ma che abbiamo affrontato con grande senso di responsabilità trovandone  soluzione. Oggi per la nostra comunità inizia una nuova fase di piccoli segnali di ripresa. Sono in fase di definizione alcuni lavori importanti quali il completamento di una parte del plesso scolastico che vedrà già dal prossimo 10 gennaio gli alunni delle scuole elementari poter usufruire di nuovi spazi, lasciando così libera la struttura che diventerà, stando ai programmi sanitari regionali, una casa di comunità. Un importante traguardo raggiunto per servizi sanitari alla persona non solo per i residenti, ma anche per l’intero comprensorio, un vero aiuto e sostegno alle fasce più deboli quali sono gli anziani. Per le attività culturali abbiamo realizzato la prima edizione della rievocazione storica della presenza dei Revertera a Garaguso, il ripristino della manifestazione del Tempietto d’Argento ferma al 2018, era necessario ripartire anche in questa direzione , per un rilancio di un percorso turistico a sostegno dell’economia locale. E se questi solo alcuni punti che riguardano Garaguso il sindaco si soffermato anche sulla questione territoriale dello scalo. “ L’inaugurazione del centro Pastorale Diocesano, dello scorso mese , riaccende i riflettori sulla centralità dello scalo di Garaguso-Grassano-Tricarico. Alcune problematiche sono aperte quali il blocco dei lavori del terminal Bus della Provincia di Matera che spero riprendano quanto prima, ma anche la definizione della rimozione della benzina dismessa che sembra finalmente poter trovare soluzione dopo aver individuato la proprietà e che la stessa si sia già attivata per un progetto di rimozione. Ancora la questione immobili di proprietà delle Ferrovie dello Stato, altro tema che ci vedrà impegnati sin da subito per tracciare una programmazione di utilizzo per servizi e, su questo abbiamo già le idee chiare abbiamo chiesto un distaccamento di uffici regionali. Lo scalo è geograficamente baricentrico dell’intera regione ben collegato con la basentana, ritornare a ragionare di comprensorio partendo dallo scalo, è la sfida che ci attende per i prossimi anni”. Il vicesindaco Girolamo Costanzo, per la parte di sua competenza, ha elencato una serie di finanziamenti che il comune ha ricevuto alcuni dei quali importi e consistenti sulla sistemazione della viabilità rurale e il dissesto idrogeologico, oltre che il prosieguo della sistemazione del cimitero. L’assessore alla cultura Rosa Marchiesella ha lanciato il suo appello richiamando l’unità della comunità, evitando critiche distruttive alla luce  dell’impegno profuso da cittadini, volontari, personale sanitario,  dipendenti comunali e amministratori che tanto hanno dato in termini di energie e lavoro per superare i due anni difficili della gestione della pandemia.

Lascia un commento: