Per evitare polemiche da parte di qualche moralista della domenica io non ho mai firmato nessun atto per la determinazione della mia indennità da sindaco. Nel 2014 ho scritto alla corte dei conti per capire quale fosse il giusto modo di calcolarla e successivamente gli uffici hanno sempre proceduto a pagare gli stipendi agli amministratori come prevede la legge. Io accetto le critiche sull’operato amministrativo, spesso taccio proprio per rispetto al ruolo dell’opposizione, ma stavolta non si può. Questo comunicato spiega tutto e smaschera la doppia morale di molti personaggi di dubbio gusto che usano ogni argomento per demonizzare me e i miei compagni di squadra. Stavolta dobbiamo rispondere, buona lettura.
Domenico Raffaele Tataranno, Sindaco di Bernalda

Lascia un commento: