Concluso il percorso formativo organizzato dalla Saleforce Academy di Xcc con la firma di contratti a tempo indeterminato per venti giovani talenti lucani

Combattere lo spopolamento di giovani che vanno via in cerca di un lavoro e scommettere nella propria terra. Questi gli obiettivi prioritari dei risultati del progetto innovativo nato dalla collaborazione della Regione Basilicata e dalla sua società in house, Sviluppo Basilicata con Salesforce Academy di XCC – eXperience Cloud Consulting, società italiana specializzata in soluzioni altamente innovative orientate verso la trasformazione digitale.

Una formazione professionale, dunque, finalizzata all’occupazione. Venti giovani talenti lucani sono i pionieri di una nuova visione, offrendo loro la possibilità di entrare nel mercato del lavoro attraverso un percorso formativo altamente specializzante in uno dei settori in forte espansione come quello della digitalizzazione. Questa mattina, nella sede dell’Incubatore di Sviluppo Basilicata presso l’università degli studi della Basilicata, i venti giovanissimi ragazzi di età compresa tra i 18 e i 29 anni, di cui il 30 per cento rappresentato da donne, dopo quattro mesi di corso di formazione, hanno firmato un primo contratto di lavoro a sei mesi di somministro vincolante all’assunzione a tempo indeterminato in XCC. Alle selezioni sono arrivate 500 candidature. “E’ un giorno emozionante – ha detto l’assessore alle Attività Produttive della Regione Basilicata, Alessandro Galella rivolgendosi ai ragazzi. Questo è il segno tangibile di una politica concreta, vicina alle esigenze dei cittadini. Si tratta di una rivoluzione culturale, di scommettere sulle capacità dei nostri giovani e offrire loro delle opportunità nel nostro territorio. E’ stato un progetto visionario che oggi dà i suoi frutti, trasformando le idee in lavoro. Questo è solo uno spicchio di un progetto più ampio e complesso che lanceremo nel 2023, ossia quello di un piano formativo che, avrà tra i suoi maggiori pilastri nella digitalizzazione e che coinvolgerà altri settori come cinema, turismo e agricoltura. Dobbiamo utilizzare il canale della formazione professionale per mettere in sintonia la richiesta di lavoro con l’offerta. Questi giovani – ha concluso – sono il nostro orgoglio ed entrano da protagonisti in un mondo dall’incredibile scenario futuro. Sono sicuro che saranno i prossimi docenti di prossimi corsi formativi”.

Soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa anche da Gabriella Megale, amministratore unico Sviluppo Basilicata. “E’ un progetto pilota che abbiamo implementato all’interno del nostro spazio incubatori perché abbiamo voluto che proprio in incubatori nascono idee innovative, le facciamo diventare progetti e poi occupazione, quindi futuro. Il nostro ruolo è quello di far dialogare il mondo delle istituzioni con quello delle imprese e fornire alle imprese le competenze di alto profilo per far rimanere i nostri ragazzi sul territorio lucano, ma avere la mente nel mondo. È una bella soddisfazione vedere i nostri giovani acquisire competenze da spendere nelle più grandi multinazionali del mondo”.

Lascia un commento: