Il consigliere comunale Nicola Casino capogruppo di Forza Italia e il commissario di FI della città di Matera hanno inviato una lettera al Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara per chiedere un intervento diretto, volto a risolvere la vicenda della sospensione delle lezioni al plesso scolastico di Piazza degli Olmi. 
Una vicenda sulla quale il sindaco Bennardi non riesce a trovare soluzioni, nonostante abbia trasferito la sua sede proprio in una scuola, in via Greco, più per ragioni demagogiche che di reale efficacia nel risolvere il problema. Casino e Di Lorenzo auspicano che solo con un interessamento diretto del Ministro si possa risolvere celermente una questione che sta facendo perdere preziose giornate di lezione a centinaia di bambini, negando il loro diritto all’istruzione.
LA LETTERA

Preg.mo
MINISTRO DELL’ISTRUZIONE
E DEL MERITO
Prof. G. VALDITARA

Oggetto: chiusura Plesso Scolastico di Piazza degli Olmi – MATERA

Preg.mo Sig. MINISTRO,
sancisce l’art. 34 co.1 della Carta costituzionale che “la scuola è aperta a tutti”, corollario enunciato nella duplice funzione di riconoscimento di un universale diritto sociale ma anche del dovere posto in capo alle Istituzioni di creare le condizioni necessarie a garantirne l’effettivo esercizio da parte di tutti i cittadini.
Il ruolo della scuola, nella sua accezione più generale, è quello di educare e formare le nuove generazioni di talché esse siano in grado di affrontare le sfide del domani, di acquisire strumenti conoscitivi teorici e pratici idonei alla crescita personale dell’alunno e, di conseguenza, all’ascesa ed al progresso dell’intera società, alla promozione del rispetto dell’individuo in tutte le sue forme.
In coda al 2022, tuttavia, accade che un importante plesso scolastico di Matera – Capitale europea della cultura 2019 – come quello sito in Piazza degli Olmi si trovi nelle condizioni di dover chiudere il portone d’ingresso a causa di un non meglio identificato malfunzionamento all’impianto di riscaldamento, per effetto del quale, dal 24 novembre, le ospitate classi della scuola primaria e secondaria di primo grado sono state dislocate presso l’Istituto di Via Marconi ed in quello di Via Greco.
Manifesta, allora, emerge la violazione dell’obbligo posto in capo alle Istituzioni locali – per quanto di propria competenza – di garantire il pieno e corretto esercizio del diritto in parola agli alunni del richiamato plesso scolastico, con riverberi che si riflettono, altresì, sulle famiglie e sull’intero corpo docenti.
A rendere maggiormente “singolare” la vicenda, è stata la decisione del Sindaco di trasferire momentaneamente il proprio ufficio presso una delle sedi ospitanti le classi del Plesso di Piazza degli Olmi, determinazione assunta, evidentemente, sotto le mentite spoglie di un asserito segno di vicinanza al personale scolastico ma sotto cui si cela l’obiettivo di decentrare, almeno momentaneamente, l’attenzione della Comunità rispetto alla grave crisi politica che attanaglia, da mesi, il Governo cittadino.
Una siffatta criticità, a contrario, richiederebbe la costante presenza del Primo Cittadino all’interno del Palazzo di Città, che si traduca in una spasmodica attività di lavoro e raccordo tra i vari uffici affinché, in maniera sinergica, si possano trovare le chiavi utili all’immediata risoluzione della problematica.
Il nostro auspicio, allora, è che anche grazie ad un Suo diretto interessamento, possano essere trovate concrete e definitive soluzioni che consentano agli alunni del Plesso di Piazza degli Olmi, al dirigente, al corpo docenti ed a tutto il personale scolastico di tornare nella relativa struttura, affinché il diritto all’istruzione possa essere globalmente esercitato nelle sue manifestazioni più alte.

MATERA, lì 3.12.2022
Nicola CASINO
Capogruppo di Forza Italia
in Consiglio Comunale – Matera

Donato M. DI LORENZO
Commissario di Forza Italia
della Città di Matera

Lascia un commento: