“Presenterò domani un’interrogazione consiliare per verificare la sussistenza di eventuali conflitti di interesse e incompatibilità in seno alla SUARB. Abbiamo il dovere della massima trasparenza sia verso i cittadini che verso gli operatori economici, perché – come abbiamo detto più volte – serve una separazione netta tra tecnica e politica. Non è infatti accettabile avere dei tecnici di giorno che poi al di fuori dell’ufficio fanno politica attiva, con ruoli pubblici, legittimi, causando però al contempo il legittimo dubbio che nell’esercizio delle funzioni tecniche possano prevalere le appartenenze politiche. Questa maggioranza ha sempre perseguito il principio della legalità e per questo ho messo nero su bianco la richiesta di verificare le possibili incompatibilità di determinate persone, che ricoprono responsabilità procedimentali importanti, pur rivestendo ruoli politici di grande rilevanza. Mi auguro che sia la Giunta che il Direttore generale possano verificare tutti i casi di incompatibilità, e che si possa favorire il principio di rotazione auspicato a varie riprese dall’ANAC, soprattutto nelle aree a più elevato rischio di corruzione. Bisogna pertanto garantire la massima imparzialità al fine di evitare l’insorgenza di potenziali o attuali conflitti d’interesse e il Direttore generale deve garantire e vigilare sul rispetto delle disposizioni di legge, adottando le misure idonee a prevenire e monitorare che non si verifichino situazioni di incompatibilità rilevanti alla luce della normativa per la prevenzione dei rischi corruttivi”. Lo afferma in una nota il capogruppo della Lega in consiglio regionale, Pasquale Cariello.

Lascia un commento: