Su iniziativa dell’assessore All’Ambiente Territorio ed Energia, Cosimo Latronico, si è tenuta nel pomeriggio di ieri, alla presenza dei dirigenti del dipartimento, un incontro da remoto con autorevoli personalità ministeriali e accademiche finalizzato alle strategie per la concretizzazione di un supporto esterno agli uffici nell’ottica di una accelerazione dell’iter autorizzativo di progetti FER. Hanno partecipato all’incontro la Dott.ssa Maria Rosaria Pignataro, dirigente del MESA, il prof. Ing. Francesco Cotana dell’Università degli Studi di Perugia, il Prof. Avv. Giampaolo Maria Cogo, vice direttore della SSTAM (Scuola Superiore Territorio, Ambiente, Management dell’Università degli Studi di Perugia), l’avv. Gianfranco Romano, consulente SOGESID del MESA. Considerata l’importanza strategica dei progetti FER, anche nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi energetici di Europa 2030, e la vocazione del territorio lucano, l’obiettivo condiviso dai partecipanti è stato quello di valutare il fabbisogno operativo degli uffici coinvolti nei processi autorizzativi di rilascio di P.A.U.R. e Autorizzazione Unica per consentire in tempi ragionevoli le valutazioni di investimenti di iniziativi privata con importanti ricadute sul territorio lucano. Tale incontro si incardina in un ragionamento più ampio che vede coinvolti anche l’università degli Studi di Basilicata ed il Politecnico di Bari.

“Si tratta di un tentativo per affrontare lo smaltimento dell’arretrato che si è formato negli anni, riguardante progetti nel campo delle rinnovabili: oltre 250 pratiche nei settori del fotovoltaico, eolico e idroelettrico che gli Uffici non riescono ad istruire, sia per la complessità delle procedure che per la carenza degli organici. Stiamo costruendo una rete di collaborazione esterne per supportare le istruttorie in attesa di provvedimenti strutturali sia sugli organici che sulle normative per semplificarle”, afferma l’assessore all’ambiente e all’energia, Cosimo Latronico.

Lascia un commento: