Contributo di 5 mila euro che può aumentare in caso di minori di 14 anni all’interno del nucleo familiare più l’esenzione della Tari per cinque annualità. Sono questi i principali incentivi previsti per chi dal 1° gennaio 2023 deciderà di trasferirsi a Vietri di Potenza. Lo prevede la nuova misura messa denominata “Vivo a Vietri”, messa in campo dall’amministrazione comunale vietrese guidata dal sindaco Christian Giordano. Durante il consiglio comunale, all’unanimità è stato approvato il regolamento della nuova misura. Per usufruire degli incentivi, bisognerà trasferire la residenza a Vietri di Potenza e mantenerla per almeno cinque anni, a partire dal 1° gennaio 2023. La misura prevede un contributo di 5 mila euro per ogni nucleo familiare (a titolo di concorso per le spese di acquisto e di ristrutturazione di immobili da destinare ad abitazione principale del beneficiario), a prescindere dal numero di componenti. Previsto, inoltre, un contributo aggiuntivo di mille euro per ciascun componente del nucleo familiare al di sotto dei 14 anni che frequenterà le scuole a Vietri di Potenza. Si tratta di una misura utile a contrastare quello che è il fenomeno dello spopolamento, che colpisce in particolare il Sud Italia. Da parte dell’amministrazione comunale vietrese, si sta mettendo in campo ogni iniziativa utile finalizzata a non perdere i residenti e, in questo caso, anche ad ospitarne nuovi.

“Si tratta – ha dichiarato il sindaco Christian Giordano – di una delle azioni messe in campo dall’Amministrazione per provare ad arginare lo spopolamento. È chiaro che lo spopolamento non si contrasta solo con i bonus o con delle esenzioni. Occorrono delle azioni organiche “ampie” e in sinergia con altri attori, capaci di convincere, prima di tutto, i nostri giovani a rimanere. Stiamo per questo lavorando anche sul rafforzamento e sulla creazione di nuovi servizi innovativi”.

La parte finanziaria è coperta prioritariamente da contributi statali ottenuti dall’Ente. L’iniziativa si aggiunge alle altre già messe in campo da tempo, come quello dell’adozione di un cane con conseguente esenzione della Tari e, tra gli altri, “Investi a Vietri” con incentivi per chi decide di investire e avviare nuove attività produttive a Vietri. Il consiglio comunale, all’unanimità, ha approvato anche altri punti, come ad esempio il sollecito alla Regione Basilicata e al Governo nazionale per limitare gli effetti negativi occupazionali dell’area industriale di Melfi legati al piano di reindustrializzazione di Stellantis e la proposta di legge per l’istituzione del Centro Nazionale di Dialettologia. In chiusura di consiglio, il sindaco Giordano ha ringraziato la comunità per il supporto e per la vicinanza nel corso della sua elezione a presidente della Provincia di Potenza. Per quanto riguarda “Vivo a Vietri”, le modalità di presentazione delle domande verranno rese note nelle prossime settimane tramite i canali ufficiali.

Lascia un commento: