Lo scorso weekend, i Direttori Scientifici delle Scuole Regionali dello Sport, si sono incontrati a Trieste, ospiti del Comitato Regionale CONI e della Regione Friuli Venezia Giulia, occasione fondamentale di confronto laboratoriale per lo sviluppo di sinergie tra le scuole Regionali dello sport del CONI. L’incontro promosso e organizzato dal Direttore Scientifico del Friuli Giovanni Messina, in collaborazione con la Direzione Territorio del CONI, è stato utile anche per discutere delle prospettive della formazione territoriale del Comitato Olimpico al servizio del mondo sportivo e per sviluppare delle linee guida da inserire in un percorso innovativo da fare insieme alle Federazioni e a tutti gli Organismi sportivi.

Per la Basilicata, presente il Direttore Scientifico, prof. Vincenzo D’Onofrio, che ha fatto tesoro dell’esperienza, per cercare di replicare le esperienze positive anche nella nostra regione. Sono in programma alcuni corsi anche per la SrdS CONI Basilicata, che partiranno tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2023.

La due giorni è stata introdotta dal Presidente del CONI Friuli Venezia Giulia Giorgio Brandolin che ha auspicato un nuovo inizio per una profonda collaborazione tra le scuole Regionali che possa portare a scambiare esperienze, accrescendo la qualità del servizio. Al meeting, presente la Vice Presidente del CONI Claudia Giordani che ha portato i saluti del Presidente Giovanni Malagò, sottolineando il valore della formazione degli allenatori soprattutto quando si parla di Tecnici di attività giovanile e di come la formazione possa anche essere un veicolo di superamento del gender gap attraverso la sensibilizzazione di uomini e donne che nello sport trovano un terreno elettivo per lavorare insieme. Presenti inoltre Valentina Turisini, in rappresentanza della Commissione Nazionale dei Tecnici del Consiglio Nazionale CONI, che ha ribadito la necessità della formazione territoriale CONI dei tecnici federali anche nei primi livelli dello SNAQ (Sistema Nazionale Alta Qualificazione sportiva) di competenza del CONI e degli Organismi Sportivi.

Lascia un commento: