Si è tenuto un incontro in STELLANTIS con le Organizzazioni Sindacali per
discutere della situazione del settore della logistica a Melfi, a seguito
delle preoccupazioni e tensioni all’interno dell’area Industriale di Melfi.
In premessa STELLANTIS ha voluto ribadire il difficile quadro industriale a
partire dal calo delle vendite, al problema dei microchip e all’aumento
vertiginoso delle materie prime. A fronte di tale situazione STELLANTIS ha
rimarcato la necessità di porre in essere ogni azione per contenere i
costi, partendo dalla riduzione della “complessità” del prodotto ma
soprattutto attraverso la “riorganizzazione” dei processi logistici che
porterà alla riduzione di un terzo delle attività e dunque con fortissime
ricadute occupazionali. Le Organizzazioni Sindacali dopo un lungo confronto
hanno rimarcato che tale progetto va assolutamente fermato in quanto
ridimensiona nella sua interezza il lavoro all’interno dell’area
industriale di MELFI. Al termine dell’incontro STELLANTIS ha confermato la
propria strategia che continuerà nel corso di questa settimana e si
svilupperà nei prossimi mesi e ciò determinerà, per le Organizzazioni
Sindacali, esuberi e licenziamenti che è necessario contrastare con ogni
mezzo; chiediamo alla Regione Basilicata di intervenire prontamente per
salvaguardare il lavoro a Melfi partendo dalla convocazione del tavolo
sull’Automotive. Presidente Bardi è ora di scendere in campo con ogni
azione perché parte del destino della nostra regione e nel preservare
MELFI. A partire da questa sera, con il terzo turno lavorativo- dalle ore
22:00- le organizzazioni Sindacali proclamano lo sciopero che continuerà
sul primo e secondo turno della giornata di domani e che coinvolgerà, in
primis, tutti i lavoratori della logistica per rivendicare lavoro e
commesse. Causa mancanza materiali, STELLANTIS ha sospeso l’attività
lavorativa sul 1° turno di domani 02 agosto.

 

Lascia un commento: