L’Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) di Basilicata si è fatta promotrice di un’importante iniziativa insieme agli Ordini professionali di Architetti, Ingegneri e Geometri delle province di Potenza e Matera, patrocinato anche da EFMEA-CPT di Potenza.

Mercoledì 25 maggio, a partire dalle ore 9, presso il teatro “Principe di Piemonte” di Potenza, si terrà il convegno “Lo stato dell’arte delle costruzioni in legno” che mira ad accendere un faro su tecnologie particolarmente valide negli interventi antisismici e di efficientamento energetico, ma ancora poco utilizzate sul territorio.

Le costruzioni in legno possono costituire una valida alternativa alla tradizionale edilizia in muratura o in cemento armato, con diversi benefici, in termini di costi, tempi e sostenibilità.

Innanzitutto, comportano una notevole riduzione dei tempi di costruzione. Sul piano della sostenibilità, il legno è rinnovabile e riciclabile e consuma pochissima energia nelle fasi di produzione e posa in opera e si smaltisce facilmente. Questo materiale, inoltre, garantisce un alto livello di isolamento termico e acustico, e un’ottima resistenza alle azioni sismiche.

 “Proprio alla luce della forte diffusione degli interventi di adeguamento antisismico – spiega il presidente dell’Associazione degli imprenditori edili di Basilicata, Vincenzo Auletta, che aprirà i lavori del convegno – abbiamo voluto promuovere, insieme agli ordini professionali, questa iniziativa con l’intento di contribuire a una maggiore diffusione dei vantaggi derivanti dall’utilizzo di tali materiali e, attraverso il coinvolgimento dell’EFMEA – Cpt, indirizzare il sistema della formazione verso la creazione di profili professionali in possesso dei requisiti necessari all’applicazione di tali tecnologie”.

Oltre ad Auletta, interverranno i Presidenti degli degli Ordini degli Architetti, degli Ingegneri e dei Geometri, Gerardo Antonio Leon, Giuseppe D’Onofrio e Giuseppina Bruzzese.

Lascia un commento: