“E’ nostro dovere rispondere ad un comunicato ufficiale diramato stamane dall’ U.S. Castelluccio in merito al match di ieri.
Agli amici del Castelluccio (e non solo) consigliamo, innanzitutto, di guardarsi bene i filmati prima di proferire giudizi perentori ed avventati.
Ricordiamo peraltro agli stessi che anche noi del Matera Grumentum ci siamo lamentati (in questa e nelle precedenti partite) per alcuni infortuni arbitrali, ma non lo abbiamo mai fatto con questa durezza e virulenza (evocando “la malafede o la rapina perfetta”).
In ogni caso, questa l’analisi (di parte) degli episodi , cosiddetti decisivi, come si evincono dagli highlights pubblicati sulla nostra pagina Facebook:
1. il rigore assegnatoci, in effetti, è dubbio, perché non si capisce se il calciatore nostro sia stato toccato dall’ avversario; l’arbitro sarà stato ingannato dalla dinamica dell’azione ( lui era di fronte ad essa: posizione non ottimale per vedere ) o avrà applicato il cosiddetto, discutibile, “metodo compensativo” (visto che , nel primo tempo, abbiamo noi reclamato due penalties non concessi: si guardino sempre gli highlights sulla nostra pagina Facebook per farsi una idea);
2. il presunto secondo goal del Castelluccio non è stato annullato; il segnalinee , come si vede dai filmati, ha alzato la bandiera ben prima della finalizzazione perché la palla era uscita ( che la palla fosse completamente uscita, invero, non si vede molto bene dai filmati ; tuttavia, se non si vuol credere al collaboratore dell’arbitro, che era in linea e se puo’ servire, seppur e’ una analisi di parte, tutti i ns calciatori sulla palla hanno riferito che questa era uscita);
3. la polemica dell’arbitro Materano inviato a Matera per il match è sterile. Premesso che la circostanza si riscontra da sempre, anche in altre partite, e senza che i solerti commentatori ad orologeria abbiano mai fatto rilevare alcunché; ricordiamo, sul punto, che l’arbitro in questione era lo stesso che,nella partita casalinga con il Policoro, due domeniche fa, a 20 minuti dalla fine, ci ha fischiato un rigore contro inesistente ( si vedano sempre gli highlights sulla nostra pagina Facebook), consentendo alla squadra avversaria di pareggiare l’incontro, mettendoci in una brutta situazione; ed e’ lo stesso che, durante l’incontro di ieri, nel primo tempo, ha sorvolato su due dubbi falli da rigore dei ns avversari;
4. circa gli sputi subiti per tutta la partita dal pubblico, ci riferiscano i dirigenti del Castelluccio, secondo le vigenti leggi della fisica o, per dire.., della meccanica quantistica, come sia possibile che persone che stanno in panchina siano raggiunti da sputi di tifosi che si trovano a più di 10 metri di distanza e separati da una grata; a meno che qualcuno sia dotato di prodigiosi getti tipo idrante o proboscide da elefante.
Amare notazioni finali:
a) si nota che, in modo becero, questi episodi e maldestri comunicati, sono strumentalizzati per accreditare l’idea che siamo favoriti dal sistema perché il Matera Grumentum debba vincere il campionato. Per chi conosce la ns storia, sa che , purtroppo, è avvenuto l’esatto contrario ed anche questo campionato lo sta dimostrando;
b) la “colpa” , purtroppo , è anche nostra perché, in una partita stradominata con 20 tiri verso la porta (contro 3) , occasioni da rete, possesso palla e palle inattive a nostro favore imbarazzanti e nostro enorme regalo sul loro goal (vedi sempre eloquenti suddetti highlights), non dovevamo consentire queste strumentali ed inappropriate polemiche e chiuderla, molto prima, sul campo.
Tuttavia, questo è il fascino ed il mistero del gioco del calcio in uno alla complessità e varietà del genere umano.
Tanto dovevamo. Buona giornata a tutti”.
Usd Matera Grumentum

Lascia un commento: