Cresce ad ogni appuntamento l’interesse del pubblico nei confronti della rassegna letteraria che dà voce ai traduttori, quegli ‘scrittori invisibili’ che nel prendersi cura delle opere loro affidate restituiscono vitalità e respiro ai luoghi, alle storie e ai personaggi che le abitano.
Il quarto e penultimo incontro si terrà mercoledì 22 settembre nel giardino del Museo Ridola di Matera e vedrà protagonista Giorgio Amitrano, tra i massimi nipponisti italiani nonché traduttore di importanti autori giapponesi. Presentato da Claudia Zancan, Amitrano condurrà il pubblico in un misterioso viaggio tra le pagine del romanzo Kafka sulla spiaggia di Murakami Haruki.

Giorgio Amitrano è professore ordinario di Lingua e Letteratura giapponese all’Università degli Studi di Napoli L’Orientale. Ha vissuto molti anni in Giappone, dove ha svolto progetti di ricerca. Ha insegnato italiano alla Osaka University of Foreign Studies e ha ricoperto il ruolo di direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo e quello di direttore della Scuola Italiana di Studi sull’Asia Orientale di Kyoto. È autore di numerose pubblicazioni e traduttore di importanti scrittori giapponesi, tra cui Murakami Haruki e Banana Yoshimoto. In merito alla sua attività di traduttore ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti, come il Premio Grinzane Cavour e il Premio Elsa Morante – Isola di Arturo.

Kafka sulla spiaggia è un romanzo di Murakami Haruki. La prima edizione originale è stata pubblicata nel 2002. La traduzione italiana, di Giorgio Amitrano, è stata pubblicata da Einaudi nel 2008. Lo stile del romanzo è riconducibile al genere del realismo magico.
“Un vecchio che capisce la lingua dei gatti e un quindicenne con la maturità di un adulto.
Il primo fugge da un delitto sconvolgente, il secondo da una sconvolgente profezia. Inquietante, avvincente e visionario, Kafka sulla spiaggia è il romanzo che consacra Murakami come uno dei più grandi narratori contemporanei.”

Organizzata dall’associazione Amabili Confini, la rassegna “Scrittori allo specchio” si concluderà con l’appuntamento del 30 settembre dedicato a La peste di Albert Camus, a cura della traduttrice Yasmina Mélaouah. Presenterà Rita Montinaro.
Il programma completo è online su https://www.amabiliconfini.it/scrittori-allo-specchio/
L’ingresso a tutti gli appuntamenti sarà libero fino ad esaurimento posti e prevede, come da vigente normativa anti covid, l’esibizione del green pass.

Lascia un commento: