Con un post diffuso sui canali social dell’associazione il Presidente Pro Loco Unpli Basilicata Rocco Franciosa e il comitato regionale esprimono il loro dissenso a questa scelta politica giunta nella notte:

«Oggi più che mai ribadiamo il nostro determinato e convinto “No” al deposito di scorie nucleari in Basilicata.

Apprendiamo dalla stampa nazionale con sconcerto e disapprovazione che tra le aree idonee italiane atte ad ospitare il sito unico di scorie nucleari sono stati individuati i territori dei comuni lucani di Genzano, Irsina, Acerenza, Oppido Lucano, Matera, Bernalda, Montalbano e Montescaglioso.

Rivolgiamo un accorato appello alla Regione Basilicata, all’Anci Basilicata, ai Parlamentari lucani, alla Conferenza Episcopale lucana, alle istituzioni scolastiche, alle forze politiche, sociali, produttive e alle associazioni ambientaliste lucane a porre in essere sin da subito ogni azione a difesa della nostra amata Lucania. No scorie nucleari in Basilicata».

Lascia un commento: