Sono stati a lungo luogo di crescita fisica e agonistica, di aggregazione e inclusione sociale per molte generazioni policoresi: i Campetti “Batta” di Policoro, intitolati alla memoria del compianto professor Salvatore Batta, scomparso poco più di 11 anni fa a soli 60 anni, potranno essere riqualificati ed ammodernati grazie al progetto definitivo candidato al bando “Sport e periferie” emesso dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, finalizzato a selezionare progetti da finanziare per la realizzazione o completamento di impianti sportivi esistenti, localizzati nelle periferie urbane.

L’Amministrazione Comunale di Policoro, su impulso sinergico degli Assessorati ai Lavori Pubblici e allo Sport, diretti rispettivamente da Daniela Di Cosola e da Titti Cacciatore, ha approvato nei giorni scorsi il progetto definitivo di riqualificazione dei “Campetti Batta” che portano il nome dello storico professore policorese da sempre sostenitore dello sport inteso come momento di aggregazione sociale nonché membro per tanti anni della locale associazione Avis.

La stesura del progetto, redatta dall’Ufficio Tecnico Comunale, ha come prerogativa la riqualificazione di un’area situata tra il Secondo ed il Terzo Piano di zona della città, da sempre destinata alle attività sportive, tra cui il calcio, il pattinaggio, il tennis, negli anni molto frequentata dalla popolazione giovanile policorese e prevede, per un importo complessivo pari ad € 670.000,00, la riqualificazione sia dell’area calcio, mediante la realizzazione di un campo in erba sintetica per il gioco del calcio a 8, completo di impianto luci, recinzione e spogliatoi, sia dell’area tennis, con il rinnovamento del manto dei due campi da gioco con resine di ultima generazione e la messa in opera di una copertura fissa per uno dei due rettangoli, per garantire la possibilità di giocare anche durante la stagione invernale.

 

 

 

Lascia un commento: