La Basilicata, con un panel dedicato a NaturArte, sarà fra le regioni protagoniste del TTG Travel Experience in programma nei giorni 14, 15 e 16 ottobre a Rimini.

Il TTG Travel Experience è la manifestazione italiana di riferimento per la promozione del turismo mondiale in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo. Richiama in tre giorni operatori provenienti da tutto il mondo, key player delle principali aziende del comparto: enti del turismo, tour operator, agenzie di viaggi, compagnie aeree, trasporti, strutture ricettive, servizi per il turismo, tecnologia e soluzioni innovative.

Nell’ambito del programma, mercoledi 14 ottobre, dalle 13.30 alle 14.30, al BeActive Arena (Padiglione 4 della Fiera di Rimini), si terrà la conferenza stampa sul tema “Il progetto NaturArte nella Basilicata “En plein air”: comunità, natura e cultura come strumenti di accoglienza e sviluppo”.

Interverranno: l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, il direttore generale dell’Apt Basilicata, Antonio Nicoletti, il fondatore di Civitates, Luciano Vanni, e Luigi Esposito, direttore artistico del progetto NaturArte.

Nata nel 2013 NaturArte è una manifestazione che coinvolge tutti i 5 parchi lucani e che coniuga arte, cultura, musica, con l’ambiente, il paesaggio e, in questa edizione in modo speciale, anche l’innovazione sociale.

“Abbiamo deciso – afferma l’assessore Rosa – di confermare l’impegno della Regione Basilicata per realizzare questa manifestazione perché rappresenta una straordinaria occasione per dare risalto ad ogni aspetto del territorio, i sentieri, le cime dei monti, i paesaggi, i portali, le chiese rupestri, le cave, le singole abitazioni, il cibo, le tradizioni, la storia. Ma questa edizione si arricchirà anche di un’attenzione speciale verso le comunità locali che diventeranno i protagonisti di questo viaggio dentro la natura, dentro la cultura”.

“Oggi più che mai – afferma il direttore dell’Apt, Nicoletti – vogliamo riaffermare le straordinarie potenzialità paesaggistiche e naturalistiche della Basilicata. Questa manifestazione, infatti, che vede anche il coinvolgimento delle Università, fra cui l’Università degli studi della Basilicata, si sposa perfettamente con il claim che stiamo utilizzando “Basilicata, en plein air”. In tempi di pandemia crediamo sia importante promuovere il turismo all’aria aperta. E una regione che può vantare ben cinque parchi non può non valorizzare il turismo esperenziale collegato a momenti culturali e valorizzando una nuova cittadinanza attiva”.

Lascia un commento: