“Siamo alle solite, Egregio Presidente della Provincia di Matera Avv. Piero Marrese, apprezzando il suo impegno sull’annosa questione dei pullman di cui giornalmente gli utenti dei comuni della provincia usufruiscono, esterniamo le incresciose situazioni che attanagliano il sistema trasportistico: un problema che si ripete ad ogni minima occasione compreso a Pasqua, a Natale, durante il mese di agosto ed ora autonomamente anche le
domeniche. Il trasporto per gli operai degli stabilimenti Fca Melfi e Barilla, non viene assicurato. Ora, e non ultima, le autolinee Nolè, le quali senza un minimo di preavviso all’utenza, la corsa di domenica 24 maggio la sospende e lascia tutti gli operai appiedati. Come di consueto, anche per quest’ennesima volta l’Ugl, chiede alle Istituzioni interessate
di intervenire: è una vergogna”.

Il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano scrive al Governatore Provinciale Marrese, ricordando che, “nello stabilimento Fca di Melfi (Potenza) dal 21 maggio è ripartita tutta la produzione, che era stata sospesa a causa dell’emergenza coronavirus: ed ecco il ripetersi dei tanti eventi disagianti che quotidianamente si verificano. La misura è colma, noi ripetiamo incessantemente che è troppa la sopportazione di operai. Caro Presidente Marrese finora nulla è cambiato: precisamente nessun avviso all’utenza, un abuso e sospensione di pubblico servizio della Nolè specificatamente a chiari lettere, creando dei notevoli disagi all’utenza. Un disagio – prosegue Giordano -, imputabile alla indifferenza
anche degli Organi preposti, Ente Regione e Co.Tra.B. che l’Ugl sollecita l’Ente provinciale di Matera e tale per conoscenza al Prefetto di Matera”.

Lascia un commento: