“Abbiamo appreso che il Governo Meloni, all’interno della prossima Manovra Finanziaria, ha previsto solo un milione di euro per il primo anno e altri 4 complessivi nei successivi due anni per l’emergenza di Maratea. Una cifra insufficiente per dare risposte concrete a un territorio flagellato nelle ultime settimane da eventi calamitosi che hanno provocato danni enormi alla viabilità e alle infrastrutture ma allo stesso tempo è un primo segnale della presa d’atto di un problema. Ora la Giunta regionale faccia pressione sul Governo del suo stesso colore politico per ottenere di più”. E’ quanto dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Mario Polese di Italia Viva che spiega: “Se da un lato c’è da rincuorarsi che il Governo abbia dimostrato un minimo di interesse per Maratea ammettendo la riformulazione dell’emendamento di Enzo Amendola del Pd e firmato anche da Ettore Rosato di Iv dall’altro non si può essere totalmente soddisfatti visto che l’auspicio era che l’impegno fosse almeno di 15 milioni di euro per risolvere tutti i problemi in maniera più definitiva. Ora c’è da augurarsi che il Governo regionale attraverso il tavolo tecnico con il Governo nazionale annunciato per domani possa riuscire a strappare un impegno reale per l’emergenza di Maratea al fine almeno di mettere in sicurezza nell’immediato la parte del Costone sopra Castrocucco con la ricostruzione del tratto della Ss 18 che è crollato a seguito dell’ultima frana. Da parte nostra continueremo a batterci con tutte le forze e tutti gli strumenti per tutelare a ogni livello istituzionale la nostra terra”, conclude Mario Polese.

Lascia un commento: