Sabato 21 maggio alle ore 18:00, presso la Biblioteca comunale in Viale I Maggio a Filiano, sarà presentato il libro Residui di feudalità e conflitto sociale. Le lotte dei contadini di Frusci negli anni ’60 di Giovanbattista Colangelo e Tommaso Russo (Pisani Teodosio Edizioni).
L’evento è organizzato dall’Associazione Pro Loco di Filiano con il patrocinio del Comune di Filiano e rientra nella rassegna di eventi de “Il Maggio dei libri 2022”.

Il saggio ha come tema centrale l’occupazione del bosco di Montecaruso nel 1967 e i conflitti sociali che da essa sono derivati, con particolare attenzione alle lotte dei contadini di Frusci.
“La natura della storia come scienza sociale – spiegano gli autori – non può e non deve temere revisioni, aggiornamenti, nuove interpretazioni e integrazioni”. Forti di questa convinzione, Giovanbattista Colangelo e Tommaso Russo hanno dato il via a un dettagliato e profondo lavoro di ricerca presso archivi di Stato, comunali, provinciali e notarili, per approfondire gli eventi di quel determinato periodo storico sul nostro territorio. Da quelle ricerche è emersa, in particolare, la decisione autonoma degli ostinati contadini fruscesi di prendere direttamente in mano la vicenda, passando dall’osservazione diretta alla lotta. La moralità di questo conflitto sociale va ricercata nel bosco di Montecaruso. Il bosco inteso come ultimo strumento utile in grado di frenare la discesa sotto la soglia della sopravvivenza e della dignità di moltissimi nuclei familiari.

La serata si aprirà con i saluti della Presidente della Pro Loco, Maria Santarsiero e del Sindaco di Filiano, Francesco Santoro. Saranno presenti gli autori Giovanbattista Colangelo e Tommaso Russo e interverranno anche Michele Fasanella, Direttore Centro annali per la storia sociale della Basilicata “Nino Calice” e Giovanni Casaletto, Presidente Fondazione Basilicata Futuro. Modererà l’incontro la giornalista Maria Martinelli.

Lascia un commento: